Ricetta crostata di ricotta

Come vi avevo promesso nell’articolo precedente, condivido con voi la mia ricetta per la crostata di ricotta.

INGREDIENTI:

Per la pasta frolla:

  • 500 g. di farina 00
  • 250 g. di burro freddo di frigo
  • 250g. di zucchero a velo
  • 4 tuorli
  • scorza grattugiata di limone

Per la crostata:

  • Pasta frolla
  • 1 Kg. di ricotta
  • 300 g. di zucchero
  • 4 uova
  • Scorza grattugiata di arancia e limone
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Inizia preparando la pasta frolla:

Metti nel mixer la farina ed il burro freddo fatto a pezzetti. Aziona le lame del mixer ad intermittenza per non scaldare il composto. Poi trasferisci tutto sulla spianatoia, aggiungi lo zucchero a velo, la scorza grattugiata del limone ed i tuorli. Inizia ad impastare e non appena l’impasto sarà liscio ed omogeneo, avvolgilo nella pellicola trasparente e mettilo in frigo per almeno mezz’ora. Ricorda di non lavorare eccessivamente l’impasto perchè non deve scaldare troppo.

Nel frattempo accendi il forno a 180° e prepara il ripieno.

Versa nel mixer la ricotta, le uova, la scorza di arancio e di limone, la cannella e lo zucchero. Amalgama bene il tutto fino ad ottenere una crema bella liscia.

Riprendi la frolla dal frigo e stendila della misura che serva a foderare abbondantemente uno stampo dai bordi alti di circa 26 cm. di diametro, lasciandone però da parte un po’ per fare poi le strisce decorative.

Per lo stampo, è meglio scegliere quello con apertura a cerniera perchè la crostata peserà molto e sarebbe impossibile togliera dallo stampo senza romperla.

Per foderare la tortiera puoi usare la carta forno oppure puoi imburrarla e infarinarla. Io personalmente preferisco la carta forno ma ognuno è libero di usare il metodo con cui si trova meglio.

Una volta foderata la tortiera, ricoprila con la frolla, versaci il composto di ricotta e piega leggermente i bordi della pasta frolla verso l’interno. Poi con la pasta frolla tenuta da parte ricava delle strisce con le quali realizzerai la graticola intrecciata.

Inforna a 180° e lascia cuocere per un’ora circa. A cottura ultimata togli la crostata dal forno e spolvera con zucchero a velo.

Resisti alla tentazione di mangiarla subito perchè bisogna aspettare che sia almeno tiepida.

Se vuoi un ripieno ancora più ricco puoi aggiungere gocce di cioccolato e sentirai che bontà!!!

Alla prossima e un saluto a tutti!

 

Annunci

Da così….a così!!!

Cosa si potrebbbe fare con una confezione di ricotta da 1,5 Kg.?

ricotta_santa_lucia

Innanzitutto una gustosissima e profumatissima crostata di ricotta che vi farà leccare i baffi! Se vorrete, nel prossimo articolo, vi darò la ricetta.

Poi, quando vi troverete con il contenitore vuoto, potrete decidere se buttarlo nel secchio ( della plastica, mi raccomando), oppure scegliere di dargli una seconda vita.

E questo è proprio quello che ho fatto io. Vi servirà reperire alcuni semplici materiali e mettervi al lavoro.

Per il mio progetto ho avuto bisogno di un vecchio quotidiano, colla vinilica, acqua, lacci delle scarpe da ginnastica ( quelli tondi e non quelli piatti), delle perle di plastica facilmente reperibili anche dai cinesi e colori acrilici.

Il mio intento era quello di trasformare il contenitore della ricotta in un centrotavola.

Ho quindi iniziato incollando gli elementi che avrebbero dato spessore alla ciotola ( perle e lacci) e poi ho proseguito incollando pezzetti di giornale imbevuti nella soluzione di colla e acqua, foderando l’intera ciotola. Questa operazione, un po’ noiosa a dire la verità, va ripetuta più volte, perchè servirà a dare maggiore consistenza all’oggetto finito.

Una volta terminato questo passaggio inizia il bello! Si inizia a colorare e a dare così carattere al vostro nuovo oggetto.

Ed ecco come è venuto il mio:

Se volete cimentarvi anche voi vi auguro buon divertimento. Inviate poi le vostre foto al mio indirizzo e-mail emanuela.a@tiscali.it e sarò felice di pubblicare le vostre foto.

Come sempre, grazie per aver letto l’articolo e a presto!